ElettraCity di Limcar: il primo quadriciclo elettrico a ricarica solare

Come nasce Limcar?

Limcar è una pmi innovativa con sede a Jesi (Ancona) che opera nel campo della progettazione e realizzazione di quadricicli elettrici Made in Italy. Il team è composto da giovani professionisti formati nel settore delle energie rinnovabili e di figure esperte operanti nel settore automotive da oltre 20 anni. Nasce nel 2015 come spin-off di Green Vehicles, azienda di Jesi specializzata nella produzione di veicoli elettrici, con l’obiettivo di realizzare un progetto dalle caratteristiche uniche: Elettracity, un veicolo che si propone come soluzione semplice ed ecologica per la mobilità urbana, piccolo, maneggevole ed economicamente accessibile. 

Leggi anche: Home bias: il lato oscuro dell’investitore

Avete appena avviato una campagna di equity crowdfunding per portare sul mercato ElettraCity, la prima minicar elettrica a ricarica solare. Ci descrivete brevemente il vostro progetto?

ElettraCity è un quadriciclo unico, 100% elettrico e Made in Italy. Può essere guidato dall’età di 14 anni ed è dotato di due posti a sedere. Si tratta di una soluzione intelligente per la città, soprattutto in epoca Covid. 

L’aspetto distintivo di ElettraCity è la ricarica solare, che integra l’energia fornita dalla rete elettrica grazie al pannello fotovoltaico integrato al mezzo, fornendo un’autonomia supplementare gratuita fino al 30% della carica totale. Inoltre raggiunge la velocità di 45 km/h (limite definito per legge), ha un’autonomia che va dai 60 ai 200 chilometri (viste le possibilità di personalizzazione) ed è alimentata da batterie al litio di proprietà e non a noleggio.

In che modo ElettraCity può risolvere il problema dell’ultimo miglio?

La disponibilità dei veicoli elettrici attuali si basa principalmente su autovetture dalle dimensioni non adatte ai centri cittadini e con grandi batterie che non consentono di abbatterne i costi di acquisto. 

Con ElettraCity abbiamo realizzato un veicolo di dimensioni ridotte, con batterie estraibili e sistemi di ricarica capaci di ridurre i costi d’acquisto. Una filosofia di mobilità elettrica diversa, che comincia dai piccoli spostamenti ed è accessibile a tutti. Infatti ElettraCity consente di circolare agevolmente nei centri storici e nelle ztl, non teme blocchi del traffico per inquinamento ed è una valida alternativa al mezzo pubblico viste le limitazioni legate alle misure anti-Covid.

Leggi anche: Cosa fare e quali errori evitare in una campagna di equity crowdfunding

Nel panorama della mobilità sostenibile cosa distingue il business model di Limcar e quali sono le prospettive che apre?

Il lancio di ElettraCity sul mercato si rivolgerà soprattutto ai privati, ma anche a pubbliche amministrazioni, società di car sharing e strutture turistico-ricettive che hanno l’esigenza di promuovere il proprio servizio offerto con veicoli a zero emissioni, e anche la necessità di contenere i costi delle proprie flotte, dall’acquisto alla manutenzione. Per queste realtà specifiche è stato progettato un modello ad hoc. 

Il business plan prevede l’ingresso nel mercato italiano con distributori attrezzati per la manutenzione e l’assistenza, per poi allargare la rete commerciale ed entrare nel mercato europeo. Un piano di sviluppo che guarda ad un settore in forte crescita e alle scelte politiche che dimostrano di spingere in direzione dell’eco-sostenibilità: basti pensare che è in programma di impiegare le risorse in arrivo con il Recovery Fund anche per la graduale decarbonizzazione dei trasporti.

Leggi anche: Equity Crowdfunding e Coronavirus, perché dovresti investire adesso

Lanciate un appello ai vostri potenziali investitori per credere nel progetto di ElettraCity e sostenere la campagna su Opstart.

La raccolta di capitali che abbiamo avviato sulla piattaforma di Opstart per industrializzare ElettraCity ha già raggiunto i 100k andando in overfunding. Questo significa che il progetto piace e convince gli investitori, e ne siamo orgogliosi, soprattutto perché Limcar cura internamente le fasi di progettazione, industrializzazione e commercializzazione del progetto, mentre le fasi di assemblaggio coinvolgono diverse realtà del territorio. Siamo una pmi che lavora al 100% in Italia.

Fra gli altri motivi per credere nel progetto, oltre a quelli di cui abbiamo già parlato, c’è sicuramente il fatto che ElettraCity è una soluzione economicamente accessibile, infatti verrà proposta sul mercato con un prezzo che parte dai 4800 euro + iva (inclusi gli incentivi statali). E infine l’ottenimento del brevetto “veicolo elettrico dal design innovativo dotato di battery management system (BMS), nonché di dispositivi che ne integrano un elevato contenuto tecnologico”, come le batterie estraibili di cui è dotata ElettraCity e l’App per visualizzare la posizione del veicolo e monitorarne i parametri principali di funzionamento.

Scopri la campagna di Limcar su Opstart

vuoi ricevere più informazioni sul mondo dell’equity crowdfunding?