Equity Crowdfunding News

Trend e Ispirazioni sull’equity crowdfunding

HUKNOW: il marketplace delle consulenze online

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Indice

HUKNOW è la prima piattaforma al mondo dedicata alle consulenze immediate. Un marketplace della conoscenza in cui è possibile incontrare in meno di due minuti avvocati, medici, psicologi, coach, formatori, ma anche insegnanti di qualsiasi argomento, dalla matematica alla cucina allo Yoga.

Scopriamo di più sulla startup attraverso l’intervista a Lamberto Cesaroni, founder di HUKNOW.

HUKNOW è la prima piattaforma al mondo dedicata alle consulenze immediate. Da quale intuizione nasce la vostra business idea?

L’argomento della conoscenza è stato sempre importante per me: migliaia di libri letti fin dalle elementari (con gli occhiali spessi fin dalle elementari, ero il classico “quattrocchi”), una fame insaziabile di saperne sempre di più e la sensazione di non avere mai abbastanza informazioni e punti di vista. Per questo, diversamente da altre startup che dopo il Covid hanno cercato strade verticali (il sito della categoria X), nel 2017 ho progettato HUKNOW con un approccio a 360° sulla conoscenza, con l’idea di renderla indicizzabile, immediatamente reperibile, e giustamente produttiva per gli esperti.

Internet infatti ha offerto molto in termini di disponibilità immediata di informazioni, se voglio conoscere l’altezza del Duomo di Milano scopro subito che è di 108 metri. Ma se mi serve una risposta al MIO specifico problema, oppure ho bisogno di formazione e supporto personali, all’improvviso il web diventa “solo” un elenco di siti: incontrare subito la persona che può darci la (in)formazione che ci serve è ancora quasi impossibile.

Ecco perché HUKNOW, che infatti è HUman KNOWledge, “conoscenza umana”, il luogo del web dove incontrare Persone vere (i migliori esperti su ogni argomento) per risolvere immediatamente qualsiasi problema: legale, medico, professionale, scolastico, ma anche relativo al mondo degli interessi personali ed hobby, formazione e crescita personale.

LEGGI ANCHE – Al via il nuovo Regolamento Europeo sul Crowdfunding

Quali sono nello specifico le funzionalità della piattaforma?

In sintesi è una piattaforma dove entri, scrivi di cosa hai bisogno e il sistema ti restituisce la lista degli esperti (sullo specifico argomento) pronti a incontrarti. Ci sono cv, presentazione, video presentazione, tutto quello che serve per scegliere: paghi con i consueti circuiti e, in meno di un minuto, sei in video chiamata con l’esperto scelto.

La piattaforma è già online come sito, ma il pubblico utilizzerà prevalentemente le App che stiamo rilasciando (Android, iOS, Win e Mac) per troppi ovvi motivi di praticità.

Oltre all’immediatezza, l’altra caratteristica unica di HUKNOW è il motore di ricerca interno che permette di indicizzare qualsiasi conoscenza, diversamente dai sistemi tassonomici, strutturati invece per categorie: quindi puoi trovare esperti su qualsiasi argomento, anche i più introvabili. Va detto che il motore di ricerca è in fase iniziale, risultando comunque efficace sulle ricerche più comuni: nel corso del 2022 lo miglioreremo, è il passo successivo alla pubblicazione delle app negli store.

Quali sono i vantaggi per gli utenti e quali invece per gli operatori?

Per gli utilizzatori è una rivoluzione, perché:

  1. non perdono tempo per trovare le risposte o la formazione di cui hanno bisogno
  2. trovano il miglior specialista per ogni ricerca
  3. lo incontrano anche dal divano di casa propria, persino in mobilità
  4. non devono usare la macchina, meno tempo perso e costi di benzina e parcheggio azzerati
  5. per la prima volta, prima di incontrare un professionista possono sapere chi è e leggerne il curriculum (chi di noi ha mai chiesto a un professionista “mi fai prima vedere la laurea?”)

Questi vantaggi non riguardano solo chi vive in zone dove trovare la competenza necessaria è difficile. Immaginiamo di avere il desiderio di incontrare un coach per migliorare professionalmente: prima di trovare quello giusto, fissare un appuntamento e cominciare davvero, può passare anche molto tempo. Su HUKNOW invece è questione di attimi: non lasceremo più passare mesi per risolvere la preoccupazione legale o medica, o per migliorare nel nostro lavoro o nei nostri interessi, dalla cucina, alla musica allo Yoga. O anche solo per farci spiegare come usare il nostro pc, o il software di cui usiamo solo il 10%.

Per gli operatori, che noi chiamiamo “Esperti”, nasce finalmente l’opportunità di guadagnare concretamente da internet con una serie di vantaggi:

  1. su HUKNOW possono solo guadagnare: non hanno costi di alcun genere, solo la fee trattenuta sui guadagni realmente monetizzati;
  2. non hanno bisogno di sito, marketing, sistemi di pagamento… nemmeno di un ufficio: basta un pc, o, per molte consulenze, anche uno smartphone. La barriera all’accesso alla professione viene azzerata;
  3. la geo non è più un problema: non devi aprire uno studio nel centro di una grande città, ma all’improvviso competi con i tuo colleghi anche se ti trovi in un paesino sperduto della regione più disabilitata d’Italia… anzi, potresti vivere addirittura su un’isola, se connessa;
  4. vedono riconosciuti i loro meriti: sia dal pubblico, che ne determina un ranking di soddisfazione, sia dall’algoritmo HUKNOW, un insieme di parametri che premia i professionisti con le performance migliori migliorandone l’indicizzazione (conviene a tutti);
  5. possono dimenticare il problema degli insolventi: la transazione viene preautorizzata prima di cominciare.

Potrei andare avanti con mille altri vantaggi da ambo le parti, ma penso che si sia già capito che questa App porta a un cambiamento epocale nel mondo del lavoro: i consulenti italiani a vario titolo sono oltre 1.000.000, un mercato di 20 miliardi di euro l’anno che con HUKNOW all’improvviso può essere raggiunto via web. Pensiamo davvero che tra 5 anni ci sarà qualcuno che si sposterà per una consulenza che può ricevere via telefonino?

Qual’è la modalità delle consulenze e come avvengono i pagamenti?

È tutto molto semplice: vai su HUKNOW, scrivi cosa ti serve, scegli l’esperto e il tempo di cui hai bisogno; 10 minuti (se ti serve solo una info specifica) oppure 30, 60, 90, 120 minuti. Quando scegli la durata, cliccando stai mandando all’esperto la richiesta: l’esperto ti conferma la sua disponibilità, paghi e si apre la video chiamata, di alto livello qualitativo e protetta da chiave a 256 bit, per parlare di qualsiasi argomento nella più totale riservatezza. Il sistema ti avvisa 5 minuti prima del termine (così avete il tempo di salutarvi), e un countdown accompagna gli ultimi 30 secondi: al termine della consulenza l’esperto incassa il pagamento e ha già i soldi sul suo conto. E se poi c’è qualche problema (es. la richiesta di un’informazione che non è in grado di dare) l’esperto può annullare la transazione, così l’utente può incontrare un secondo esperto senza avere avuto alcun costo. Il pagamento è con qualsiasi carta di credito, oltre ad Apple Pay e Google Pay.

I servizi di HUKNOW riguardano tantissimi ambiti e potenzialmente possono estendersi anche oltre. Quali sono le prospettive per il futuro?

Subito dopo la pubblicazione delle App attiveremo diversi servizi, come il Profilo Azienda (una linea di fatturazione singola dedicata a studi associati che può generare altri business, raggruppando più consulenti in un unico Profilo fiscale), il Profilo Minori (prima soluzione legale esistente in Italia per permettere l’acquisto online anche ai minorenni), la gift card “regala Cultura regala HUKNKOW” (regali un’occasione di… fare qualsiasi cosa: una ripetizione il giorno prima del compito in classe, o imparare a cucinarti la carbonara) e l’agenda, per vendere da subito anche prestazioni future.

In futuro HUKNOW evolverà in direzione “social”, per aumentare il tempo passato sulla app, ma prima vogliamo puntare all’internazionalizzazione: 4 anni di sviluppo possono diventare HUKNOW Francia (ad esempio) con 3 mesi di traduzione, una scalabilità che sarebbe ingenuo non sfruttare.

Come mai avete scelto l’equity crowdfunding come forma di finanziamento?

Penso sia lo strumento ideale per le startup: si può attivare la produzione di un’idea facilmente e senza generare debito, e attrae e coinvolge figure professionali che nel corso della crescita societaria possono essere attivate a supporto del progetto. Inoltre mette in condivisione un sogno tra molti soci, senza l’ansia del grande investimento singolo e generando da subito la prima awareness di prodotto o brand.

L’idea di una “democrazia” del business mi pare poi particolarmente positiva, e penso che tra i clienti delle piattaforme di crowdfunding si annidino diversi futuri Paperoni: persone che con un’intuizione personale hanno potuto investire in modo diretto in progetti che, lo speriamo tutti, potrebbero moltiplicare l’investimento di molte unità. Conosciuto il rischio, è una soluzione davvero conveniente per tutti.

LEGGI ANCHE – Regolamento “de minimis”. Come ottenere le agevolazioni fiscali del 50% per chi investe nell’equity crowdfunding

Perché gli investitori dovrebbero scegliere HUKNOW?

Partiamo dal sano orgoglio: si investe in una piattaforma green (meno auto in giro), smart (la usi ovunque ti trovi) e che aiuta i professionisti a lavorare e le persone a migliorare… quante occasioni ci possono essere di diventare soci di un’azienda con un impatto sociale tanto positivo?

Per chi investe solo con l’occhio al rendimento, l’opportunità rara è che questo progetto può crescere in modo importante: il problema più grande che abbiamo avuto nella valutazione è stato quello di contenerla, perché ogni proiezione oltre il quinto anno diventa verticale (e piuttosto impressionante). Ed è stata calcolata solo sui numeri del mercato nazionale.

HUKNOW non è una startup che cerca di guadagnarsi spazio tra le nicchie di un mercato, ma una piattaforma consumer “disruptive”, che può cambiare le nostre abitudini.

E ormai siamo al go to market. Con le 4 App in fase di test, il prodotto è ormai completato: sappiamo che uno dei rischi maggiori per le startup è quello di non arrivare a sviluppare l’idea, per noi la produzione è invece ormai un asset consolidato.

Nel 2020 Airbnb è arrivata a una quotazione di oltre 100 Miliardi, e HUKNOW ha un business model (peraltro simile, sharing economy marketplace con fee) potenzialmente anche più produttivo: si perché in un giorno puoi affittare una casa solo una volta, ma dare anche 5 o 6 consulenze. Ovviamente l’esempio è solo per dare l’idea ma… persino lo scontrino medio è paragonabile.

La sharing economy della conoscenza potrebbe quindi generare un fatturato molto alto, e HUKNOW non ha costi di magazzino, commerciali, amministrativi… ecco perché l’Ebitda a regime supera l’80%. I margini sono molto consistenti anche perché HUKNOW incassa solo il suo 15% di fee, “tutto guadagno”.

In più il motore di ricerca interno permette di reperire anche le competenze più verticali e diverse, la famosa coda lunga dell’esordio di Amazon: non a caso un quotidiano ci ha definiti l'”Amazon delle persone”, una definizione che ci diverte e che speriamo sia di buon auspicio.

E poi facciamo un ragionamento: se da qui a 5 anni anche solo 1 italiano su 100 deciderà di usare HUKNOW anziché prendere la macchina, noi saremo… a oltre il doppio dei guadagni prospettati oggi.

Non diciamo gatto prima di averlo nel sacco, ma i numeri sono decisamente a favore.

Scopri la campagna di HUKNOW su Opstart

Vai al sito di HUKNOW

vuoi ricevere più informazioni sul mondo dell’equity crowdfunding?